Anonim

FossilFightersFrontier Dopo meno di 15 minuti di gioco con Fossil Fighters: Frontier, ero abbastanza sicuro che Nintendo avesse in qualche modo trovato il modo di attingere ai miei desideri d'infanzia più ambiti. Ecco il videogioco perfetto in assoluto per la versione di me di 5-8 anni, quella ossessionata da tutto ciò che riguarda i dinosauri, l'archeologia e la guida in isole scarsamente popolate in un 4? 4 truccato (è una lunga storia ). La trama del gioco, disponibile per Nintendo 3DS, prevede l'addestramento per diventare un Guardiano, un tipo speciale di guardia forestale che pattuglia i Parchi fossili del mondo, portando alla luce resti fossili. Queste ossa possono essere utilizzate per creare Vivosauri, che assomigliano ai dinosauri, solo con colori molto più vistosi.

Il gioco consiste in tre diversi tipi di gioco. Dopo aver creato un avatar, i giocatori esplorano Bone Buggies, a quel punto Fossil Fighters ricorda un gioco di guida 3D. C'è un sistema di mappe abbastanza accessibile che mostra dove andare per spostare la storia, oltre a un sistema di tracciamento che avvisa i giocatori di fossili sepolti. Quest'ultimo porta a una delle mie parti preferite del gioco: il tentativo di scavare le ossa usando lo stilo e il touch screen del 3DS. Ecco dove Fossil Fighters si trasforma in un tipo unico di puzzle, poiché i giocatori hanno 60 secondi per completare l'attività, mentre si alternano diversi strumenti, come un martello e un trapano. Una certa quantità di abilità è sicuramente coinvolta, poiché fare troppo affidamento, ad esempio, sul martello, può potenzialmente danneggiare i fossili, il che a sua volta influenza il risultante Vivosauro.