Anonim

Marissa.May13 Un concetto semplice: usa 10 blocchi per assemblare una struttura raffigurata su una carta. Sembra abbastanza semplice, giusto? C'è un piccolo problema: non puoi vedere la carta. Invece, il tuo partner deve descriverti la struttura mentre cerchi di costruirla. OK, non è ancora così difficile. Ora, ecco una benda. Oh, a proposito, a volte il tuo partner non può dire parole chiave specifiche e altre volte dovrai costruire una struttura senza descrizione.

Make 'n Break Party, di Ravensburger, è un divertente gioco di squadra di 60 minuti, divertente, che fa ridere. Non ho mai apprezzato le parole tra cui "cose", "pancia in su" e "NO- L'ALTRO", così tanto nella mia vita. Il gioco è progettato per 3-9 giocatori dai 10 anni in su, e sarà sicuro di allontanare i tuoi ospiti dalle chips e immergerli e farli incollare dopo i primi turni.
L'ilarità deriva dal fatto che un giocatore lavora per assemblare una struttura raffigurata su una carta in una delle quattro varianti di gioco: costruire secondo le descrizioni dei membri della squadra, costruire evitando parole "tabù", costruire alla cieca e creare oggetti come camion, elefante, orologio e dito medio. Le squadre lavorano insieme e gareggiano contro il timer, e più strutture costruisci in un round, più lontano lungo il tabellone ti muovi e più ti avvicini alla vittoria.

Ma tieni presente che non importa quanto sei bravo di un costruttore o di un ascoltatore: il tuo successo dipende dalla capacità del tuo compagno di squadra di descriverti la struttura. Ad esempio, cosa diavolo significa "metterlo su un angolo"? Un angolo in quale direzione? Riposando da quale parte del blocco? Come può rimanere senza la mia mano che lo tiene insieme? E cosa succede se metti il ​​blocco nel posto sbagliato? Un sacco di "No no, l'altro lato!" "Non il quadrato, il rettangolo", "Capovolgilo. No, viceversa!" Questo gioco migliorerà senza dubbio le capacità di comunicazione verbale, attenzione e risoluzione dei problemi. Tuttavia, sfiderà anche la pazienza, le amicizie e la moderazione.