Anonim
santadust

Sono sempre stato un fan delle tradizioni natalizie, in particolare la visione di film preferiti di anno in anno, decorando l'albero con ornamenti preferiti e tirando fuori copie ben consumate delle storie preferite. Quando si tratta di storie di Natale, vengono in mente libri incantevoli con scintillio, neve e un'accogliente casa, spesso con un po 'di magia nel cuore della notte. Il racconto magico di Santa Dust si adatta al conto e viene fornito con una speciale custodia in velluto rosso piena di glitter iridescenti "Santa Dust", proprio come la polvere presente nel libro.

The Magical Tale of Santa Dust, di Patricia Cardello, è la storia di un fratello e una sorella che si sistemano a letto alla vigilia di Natale, rattristati dal fatto che Babbo Natale non li abbia mai visitati e non tornerà quest'anno, perché non lo fanno hanno abbastanza legna da ardere da rendere la loro casa abbastanza luminosa da permettere a Babbo Natale di vedere dalla sua slitta. Nel mezzo della notte, il loro cane Jack, sveglia il ragazzo con la sua eccitazione per qualcosa fuori dalla finestra. Il ragazzo segue Jack fuori, dove corre tra i cespugli e recupera la sacca di Babbo Natale. Ciò che il ragazzo non vede, ma noi fortunati lettori facciamo, è l'elfo ridacchiante tra i cespugli che ha lasciato cadere la borsa.

Quando il ragazzo torna dentro, lui e sua sorella scoprono che all'interno della custodia c'è un magico ornamento per l'albero di Natale che brilla abbastanza luminoso da permettere a Babbo Natale di vedere dal cielo. Nella loro ricerca per metterlo sul tetto, lo lasciano cadere, frantumando l'ornamento e rovesciando la sua preziosa polvere. Scoraggiati, tornano a letto, certi di aver perso la possibilità di visitare Santa. Ma ahimè, Babbo Natale vede brillare la polvere e il più grande desiderio dei bambini viene realizzato: Babbo Natale si ferma a casa loro e lascia molti regali, persino un osso per Jack.